Ambulatorio di Senologia

Specialità dell’Ambulatorio di Senologia

Il percorso di diagnosi in ambito senologico prevede accertamenti Clinico-Strumentali che forniscono una valutazione dello stato di salute della ghiandola mammaria e Anatomo-Patologici, qualora i primi evidenzino la presenza di una sospetta patologia tumorale.

Accertamenti Clinico-Strumentali

  • Visita Senologica: è l’esame da parte di uno Specialista Senologo. Prima della visita si raccolgono informazioni sulla storia clinica personale e familiare della paziente, valutando gli eventuali fattori di rischio. La visita consiste in un attento esame Clinico mirato alla regione mammaria e ascellare, cui segue l’indicazione a ulteriori accertamenti in caso di sospette patologie, o a controlli periodici in caso di referti normali.
  • Mammografia: esame morfologico, radiologico generalmente utilizzato dopo i 40 anni e offre informazioni sulla ghiandola mammaria e sul cavo ascellare consentendo l’identificazione di lesioni sospette anche non palpabili. Presenta la massima sensibilità soprattutto nelle donne con adiposità mammaria prevalente. Viene eseguita con apparecchi digitali che consentono di ridurre la dose delle radiazioni con buona qualità delle immagini.
  • Ecografia: esame morfologico, utilizza gli ultrasuoni e permette l’identificazione e la caratterizzazione dei noduli mammari. E’ l’indagine di elezione nelle donne giovani con seno denso. Può essere utilizzato come completamento alla mammografia contribuendo alla definizione diagnostica. Può essere inoltre guida per manovre interventistiche (prelievo citologico o istologico, aspirazione di cisti).
  • Agoaspirato ed agobiopsia mammaria sotto guida ecografica: tecniche che consentono di prelevare cellule o frustoli di tessuto dalla lesione identificata ecograficamente, da inviare per esame citologico o istologico per determinare la reale natura della lesione stessa. Il tempo di refertazione per entrambi è 24-48 ore  e sul  materiale bioptico vengono valutati anche i cosiddetti fattori prognostici (recettori ormonali, attività proliferativa, Her2), per un eventuale trattamento neoadiuvante prechirurgico.