Basilico

Che cos’è il basilico?

Il basilico (Ocimum basilicum) è una delle erbe aromatiche più diffuse. Si tratta di una specie appartenente alla famiglia delle Lamiaceae ed è originario dell’Iran, dell’India e di altre aree tropicali dell’Asia.

Stagionalità

Il periodo di raccolta del basilico va da aprile e ottobre, ma è possibile acquistarlo tutto l’anno.

Quali sono le proprietà nutrizionali?

5 foglie di basilico fresco, corrispondenti a circa 2,5 g, apportano una caloria e:

È fonte di beta-carotene, beta-criptoxantina e luteina/zeaxantina, di flavonoidi (come orientina e vicenina) e di un olio essenziale ricco di diversi composti, fra cui l’eugenolo.

Quando non mangiarlo?

Non risultano interazioni tra il consumo di basilico e l’assunzione di farmaci o altre sostanze. In caso di dubbi si consiglia di consultare il proprio medico.

Possibili benefici e controindicazioni

Le molecole presenti nell’olio essenziale di basilico sono state associate a proprietà antinfiammatorie e antibatteriche. In particolare, l’eugenolo inibisce l’attività dell’enzima ciclossigenasi e si pensa essere utile contro disturbi infiammatori come l’artrite reumatoide, l’artrosi e le malattie infiammatorie intestinali. Fra i microbi contrastati dal basilico si trovano Staphylococcus, Enterococci, Shigella e Pseudomonas. Anche l’infuso di basilico, che può aiutare ad alleviare la nausea, sembra possedere lievi funzioni antisettiche.

Dal punto di vista nutrizionale il basilico è fonte di sostanze dall’attività antiossidante e di vitamine importanti per il metabolismo, la coagulazione e lo sviluppo del sistema nervoso durante la gestazione.

Disclaimer

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto nutrizionista.