Camomilla

Che cos’è la camomilla?

La camomilla (Matricaria chamomilla L.) è una specie appartenente alla famiglia delle Asteraceae.

Quali sono le proprietà nutrizionali della camomilla?

Una tazza di infuso di camomilla (circa 230 ml) apporta circa 2 calorie e contiene:

La camomilla è fonte di cumarina.

Possibili interazioni

Se assunta sotto forma di integratore, potrebbe avere interazioni con farmaci sedativi, anticoagulanti, antiaggreganti, Fans, gingko biloba, aglio, sawpalmetto, valeriana, iperico e altri principi attivi. In caso di dubbi si consiglia di consultare il proprio medico.

Stagionalità

Il momento migliore per raccogliere la camomilla è tra maggio e giugno.

Benefici e controindicazioni

La camomilla è utilizzata come cura contro ansia e problemi di stomaco e, a uso topico, è in grado di curare irritazioni cutanee, ferite e fastidi agli occhi. Facendo dei risciacqui orali sembrerebbe utile contro le piaghe in bocca causate da trattamenti antitumorali.

Alcuni studi scientifici hanno dimostrato che potrebbe aiutare a combattere l’ansia e, almeno nei bambini, la diarrea. Inoltre, sembrerebbe utile in caso di insonnia, emorroidi, problemi di stomaco, nausea, vomito, reflusso gastroesofageo, contro le coliche dei bambini e per trattare alcuni problemi cutanei. L’utilizzo sotto forma di infuso è in genere considerato sicuro, ma non bisogna dimenticare che se assunta in dosi elevate la camomilla può causare sonnolenza e, a volte, vomito. Infine, non è da escludere la possibilità, anche se rara, di reazioni allergiche; tale rischio è maggiore per chi soffre di allergie a piante correlate, come la margherita, il prezzemolo, il crisantemo, l’ambrosia e la calendula. Infine, la camomilla contiene una piccola quantità di cumarina, sostanza dall’effetto anticoagulante, e potrebbe interferire con i farmaci anestetici. In caso di dubbi si consiglia di chiedere consiglio al proprio medico.

Disclaimer

Le seguenti informazioni rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per essere certi di seguire un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto nutrizionista.