Pinoli

Che cosa sono i pinoli?

I pinoli sono i semi di piante appartenenti al genere Pinus della famiglia delle Pinaceae. Sono largamente diffusi nelle nordiche foreste fredde di Siberia e Canada, ma sono presenti anche in Asia e coltivati anche in Italia, soprattutto in Toscana e nel Lazio dove sono l’ingrediente principale di numerose preparazioni gastronomiche.

Stagionalità

La raccolta dei pinoli inizia a ottobre e prosegue per tutto l’inverno. Il prodotto essiccato è disponibile sul mercato per tutto l’anno.

Quali sono le proprietà nutrizionali?

100 g di pinoli apportano 673 Calorie e:

100 g contengono circa 17 µg di beta-carotene e 9 µg di luteina e zeaxantina.

Benefici e controindicazioni

I pinoli sono un’ottima fonte di minerali, vitamine e acidi grassi alleati della salute cardiovascolare. I loro grassi monoinsaturi possono aiutare a ridurre il colesterolo “cattivo”. L’acido pinoleico può spesso agevolare la perdita di peso nei soggetti a dieta. La vitamina E può, invece, fornire una protezione antiossidante utile per combattere l’invecchiamento, così come il manganese; altre vitamine (in particolare quelle del gruppo B) aiutano il buon funzionamento del metabolismo.

Possono scatenare cacogeusia, una sorta di sapore metallico in bocca, che tende a risolversi da sola senza alcuna conseguenza. Più pericolose sono eventuali reazioni allergiche.

L’olio di pinoli – cui è attribuita la capacità di ridurre il colesterolo, l’appetito e la pressione e quella di favorire il buon funzionamento del sistema immunitario – è sconsigliato in caso di convulsioni.

Possibili interazioni

I pinoli sono estremamente ricchi di acidi grassi omega 6 e soprattutto l’olio da essi derivato: proprio per questo motivo alcuni studiosi ritengono che questi possano seriamente interferire con l’attività dei farmaci anticoagulanti. In caso di dubbi è bene chiedere consiglio al medico curante.

Disclaimer

Le informazioni riportate sono solo indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per avere un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.