Zafferano

Che cos’è lo zafferano?

Lo zafferano è una spezia ottenuta dagli stigmi del Crocus sativum, pianta appartenente alla famiglia delle Iridaceae. Particolarmente rinomato,trova applicazione in molte preparazioni culinarie.

Quali sono le proprietà nutrizionali?

100 g di zafferano apportano circa 310 Calorie e:

Lo zafferano è una fonte di oli essenziali e di composti non volatili di interesse, come l’alfa-crocina e altri carotenoidi.

Possibili interazioni

Se utilizzato in concentrazioni elevate (come quelle presenti negli integratori) può interferire con l’assunzione di farmaci per la pressione e anticoagulanti.

Stagionalità

Lo zafferano è disponibile sul mercato durante tutto l’anno.

Benefici e controindicazioni

In molte medicine tradizionali lo zafferano è utilizzato come antisettico, antidepressivo, antiossidante, digestivo e anticonvulsivante.

Da un punto di vista meramente nutrizionale si tratta di spezia fortemente ricca di nutrienti e fitocomposti dall’azione antiossidante (vitamina C, vitamina A, alfa-crocina e altri carotenoidi, manganese e selenio) che rappresenta anche un valido aiuto contro lo stress ossidativo, il rischio di tumori e dalle infezioni e che agiscono anche come immunomodulatori. E’ anche una fonte importante di vitamine importanti per il buon funzionamento del metabolismo (in particolare di vitamine del gruppo B) e di minerali che contribuiscono a proteggere la salute cardiovascolare (potassio), quella di ossa e denti (calcio e fosforo) e quella dei globuli rossi (ferro e rame). Infine, lo zafferano apporta fibre alleate della salute intestinale.

Dosi elevate di zafferano possono stimolare le contrazioni uterine. Inoltre questa spezia può scatenare sbalzi di umore in chi è affetto da disturbo bipolare.

Disclaimer

Le informazioni riportate sono solo indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per avere un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione