Arterie e sistema arterioso

I vasi sanguigni che si occupano del trasporto del sangue dal cuore a tutti i tessuti e organi dell’organismo umano prendono il nome di arterie. Ad eccezione di quelle  polmonari, che trasportano sangue ricco di anidride carbonica e prodotti di scarto, tutte le arterie si occupano del trasporto di sangue ossigenato.

Tre strati (tuniche), disposti uno sull’altro, compongono le pareti delle arterie: una tunica esterna, elastica e di natura connettivale; una tunica media formata da fibre muscolari lisce e una tunica interna, composta da un tessuto provvisto di fibre elastiche, a contatto diretto con il sangue. Le arterie possono essere di grosso, medio e piccolo calibro; quando il diametro è inferiore ai tre millimetri si parla in genere di arteriole, piccoli vasi che formano le porzioni finali delle diramazioni arteriose e che precedono i capillari corrispondenti.

Che cosa sono le arterie e il sistema arterioso?

Il sistema arterioso è la parte del sistema circolatorio ad alta pressione. È composto da:

  • arteria aorta
  • arterie sistemiche
  • arterie polmonari

L’arteria aorta

L’arteria aorta è la più grande arteria del corpo umano. Parte dal ventricolo sinistro del cuore, mediante un’apertura (controllata dalla valvola aortica) sale per un corto tratto verso l’alto (da cui il nome “aorta ascendente”); incurvandosi poi all’indietro, forma l’arco aortico (anche detto arco sistemico), per poi proseguire nell’aorta discendente (formata da due porzioni, l’aorta toracica e l’aorta addominale), per terminare al livello della quarta vertebra lombare, dove si divide dando luogo alle due arterie iliache comuni.

Le arterie sistemiche

Rappresentano i vasi sanguigni che si occupano del trasporto del sangue ossigenato e ricco di sostanze nutritive dal cuore a tutti gli organi e tessuti del corpo. L’aorta percorre il torace e l’addome; questi ricevono il sangue direttamente dai suoi molteplici rami collaterali. Per le parti del corpo meno centrali (testa, collo, bacino, arti superiori e inferiori) la vascolarizzazione è garantita dall’azione dei grossi vasi arteriosi che si diffondono dall’aorta stessa (arteria omerale, arteria femorale, arteria carotidea, ecc.).

Le arterie polmonari

Rappresentano i due grossi vasi sanguigni che si occupano del trasporto dal cuore ai polmoni del sangue ricco di anidride carbonica e prodotti di scarto che proviene dalla circolazione periferica. Le arterie e le vene polmonari formano la circolazione polmonare, chiamata anche “circolazione cuore-polmoni” o “piccola circolazione”, cioè quella parte dell’apparato circolatorio che permette al sangue ricco di anidride carbonica e prodotti di scarto proveniente dagli organi e dai tessuti dell’organismo di passare dal cuore ai polmoni al fine di essere ripulito e tornare di nuovo al cuore da dove, ossigenato e arricchito di elementi nutritivi, viene poi spinto verso tutte le zone dell’organismo.

A cosa servono?

Il loro compito consiste nel trasporto del sangue dal cuore a tutti i tessuti e organi dell’organismo.