Fratture

La parola frattura indica l’interruzione della continuità di un osso; questo capita di solito a seguito di un trauma, come ad esempio di una caduta. Può trattarsi di frattura diretta o indiretta: nel primo caso la frattura si trova nell’area traumatizzata, nel secondo caso la frattura interessa un osso lontano dalla parte colpita.

Le fratture possono inoltre distinguersi in composte, scomposte ed esposte. Nella frattura composta le due parti di osso restano nella loro sede anatomica; in caso di frattura scomposta i segmenti ossei perdono il loro allineamento e si dislocano rispetto alla loro naturale posizione; invece la frattura esposta prevede l’uscita dell’osso dalla pelle, con una lacerazione della stessa.

Quali sono i sintomi collegati a una frattura?

La frattura si accompagna a un dolore molto intenso, tumefazione nella zona interessata, talvolta deformazione dell’arto, impossibilità di compiere movimenti.

Cosa fare in caso di fratture?

Se la frattura è esposta si consiglia di chiamare immediatamente i soccorsi e procedere a coprire con garze sterili la ferita, dopo averla medicata.

Nei casi di frattura a un arto che non presenta una lacerazione della cute, si consiglia – se possibile – di immobilizzare l’arto e accompagnare il ferito al pronto soccorso. Può essere utile fare una fasciatura che interessi la parte superiore e quella inferiore della zona fratturata, lasciando libera la lesione. La fasciatura deve ostacolare i movimenti ma non la circolazione, per cui dovrà essere decisa ma non troppo stretta.

Qualora invece la vittima sia impossibilitata a muoversi è bene chiamare i soccorsi.

Bisogna essere molto attenti nel caso di sospette fratture toraciche o vertebrali, in questo caso evitare di muovere l’infortunato e contattare immediatamente i soccorsi, seguendo le loro indicazioni.

Cosa non fare?

Non bisogna in alcun modo massaggiare la zona colpita o tentare movimenti per sistemare l’arto che appare deformato.

Non insistere nel togliere gli indumenti, quando questo sia necessario, è bene tagliarli.

Non muovere pazienti con sospette fratture vertebrali o toraciche.

ATTENZIONE: le informazioni raccolte in quest’articolo non sostituiscono in nessuna maniera l’intervento o le indicazioni degli operatori di primo soccorso e costituiscono solo semplici indicazioni per tenere sotto controllo la situazione nell’attesa dei soccorsi.