Acrivastina

L’acrivastina si usa nella terapia dei sintomi delle reazioni allergiche.

Che cos’è l’acrivastina?

L’acrivastina opera fermando gli effetti dell’istamina, collaborando a lenire i sintomi delle reazioni allergiche.

Come si assume?

Si assume per bocca, da sola o insieme ad altri medicinali.

Effetti collaterali

Tra gli eventuali effetti collaterali dell’acrivastina si può trovare anche una lieve sonnolenza.

È fondamentale avvertire immediatamente un medico in presenza di:

Controindicazioni e avvertenze

Prima di prendere la acrivastina è meglio avvertire il dottore:

  • di allergie al principio attivo, ad altri medicinali (nello specifico ad altri antistaminici), ad altre sostanze o ai cibi
  • dei farmaci, dei fitoterapici e degli integratori presi
  • se si soffre (o si ha sofferto) di disturbi renali o porfiria
  • in presenza di gravidanza o allattamento

Durante la cura è assolutamente necessario limitare il consumo di alcolici.

In certi soggetti il medicinale può provocare una leggera sonnolenza. Per questo è meglio prestare attenzione prima di mettersi alla guida o manovrare macchinari pericolosi.