Acufene

L’acufene è un disturbo che colpisce l’orecchio e che si caratterizza per la percezione di un fischio, un ronzio, uno scampanellio, non proveniente però da rumori esterni. L’acufene è prevalentemente a tonalità acuta e le cause possono essere otogene o extra-otogene, cioè riguardare o meno l’orecchio. Tra le cause otogene si segnalano un tappo di cerume o infiammazioni dell’orecchio medio o interno; tra le cause extra-otogene possono esservi traumi o patologie specifiche.

Quali patologie possono essere legate all’acufene?

Alcune delle patologie che possono essere associate all’acufene sono:

  • Aterosclerosi
  • Cataratta
  • Disturbi psicogeni
  • Ictus
  • Infiammazione del nervo trigemino
  • Intossicazione da monossido di carbonio
  • Labirintite
  • Meningite
  • Otite
  • Policitemia vera
  • Sclerosi multipla
  • Sifilide

Cosa fare in caso di acufene?

Per intervenire sull’acufene è fondamentale individuare la causa all’origine del disturbo. Non sempre, però, ciò è possibile e alcuni pazienti si vedono costretti a convivere con questa percezione sonora. In questi casi possono essere di aiuto alcuni farmaci (come gli antidepressivi) o l’utilizzo di macchinari che emettono i cosiddetti “rumori bianchi”.

In caso di acufene occorre rivolgersi al medico?

È consigliabile consultare il medico in presenza di un trauma o se si soffre di una delle patologie correlate.