Crampi muscolari

I crampi muscolari sono contrazioni muscolari improvvise e involontarie, la cui durata varia da qualche secondo a pochi minuti. L’esordio avviene, in genere, dopo l’attività fisica o durante le ore notturne.

Quali patologie possono essere legate ai crampi muscolari?

Alcune delle patologie che possono essere associate ai crampi muscolari sono:

  • Acidosi metabolica
  • Claudicatio intermittens
  • Insufficienza renale
  • Ipotiroidismo
  • Morbo di Hashimoto
  • Policitemia vera
  • Tromboflebite
  • Trombosi venosa profonda
  • Vene varicose

Cosa fare in caso di crampi muscolari?

Se i crampi si manifestano durante l’attività fisica, è bene interromperla e cercare di distendere il muscolo colpito con lo stretching e il massaggio. Se in un primo momento può essere di aiuto riscaldare la parte interessata, in un secondo momento è più efficace un impacco freddo. In alcuni casi potrebbero essere necessari antinfiammatori o altri farmaci.

I crampi, soprattutto durante l’attività sportiva, possono essere dovuti a un’insufficiente idratazione: è consigliabile, dunque, bere acqua per ricevere sollievo dal dolore. Utili anche gli integratori di sali minerali.

Quando occorre rivolgersi al medico?

Se il dolore è molto intenso, se i crampi durano a lungo o si presentano di frequente, è consigliabile consultare il medico.