Mal di testa

Il mal di testa, o cefalea, può presentarsi con dolore più o meno intenso alla testa, con eventuali ipersensibilità a luci e suoni, nausea, vomito, lacrimazione. Il mal di testa può avere carattere episodico o cronico e può essere continuo o intermittente.

Può essere un sintomo di malattia cerebrale o di altre patologie come febbre, stress, otite, sinusite, tumori cerebrali, meningite e nevralgia (in questi casi si parla di “cefalee secondarie” o “cefalee sintomatiche”), ma può anche essere sintomo e malattia allo stesso tempo (“cefalee primarie” o “cefalee essenziali”).

Quali patologie possono essere legate al mal di testa?

Alcune delle patologie che possono essere associate al disturbo sono:

  • Acetonemia
  • Acidosi metabolica
  • Acromegalia
  • AIDS
  • Allergie respiratorie
  • Ambliopia
  • Anafilassi
  • Anomalie vascolari
  • Apnee notturne
  • Artrosi cervicale
  • Astigmatismo
  • Aterosclerosi
  • Bruxismo
  • Cefalea
  • Cheratocono
  • Colite
  • Dengue
  • Ebola
  • Emicrania
  • Fuoco di Sant’Antonio
  • Gastroenterite
  • Glaucoma
  • Herpes zoster oftalmico
  • Ictus
  • Indigestione
  • Influenza
  • Insufficienza renale
  • Intolleranze alimentari
  • Intossicazione da monossido di carbonio
  • Ipermetropia
  • Ipertensione
  • Leucemia
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Malaria
  • Malattia da graffio di gatto
  • Malattia di Chagas
  • Malattia di Wilson
  • Meningite
  • Miopia
  • Mollusco contagioso
  • Mononucleosi
  • Morbo di Paget
  • Otite
  • Parotite
  • Pitiriasi rosea
  • Policitemia vera
  • Poliomielite
  • Poliposi nasale
  • Polmonite
  • Pre-eclampsia
  • Presbiopia
  • Rabbia
  • Raffreddore
  • Retinoblastoma
  • Rinite
  • Rosolia
  • Scarlattina
  • Scialoadenite
  • Sepsi
  • Sifilide
  • Sinusite
  • Strabismo
  • Tetano
  • Tifo
  • Toxoplasmosi
  • Trauma
  • Tripanosomiasi africana
  • Tumori cerebrali
  • Vaiolo
  • Varicella
  • Vene varicose

Cosa fare in caso di mal di testa?

Il riposo può alleviare il fastidio. I rimedi veri e propri variano a seconda che si tratti di una cefalea primaria o di una cefalea secondaria. Nel primo caso, occorrerà tenere presenti tipo e frequenza del mal di testa, sintomi, patologie concomitanti e fattori scatenanti. Qualora il mal di testa sia un sintomo di un’altra patologia, sarà necessario intervenire sulla causa che ne è all’origine.

Quando occorre rivolgersi al medico?

È consigliabile consultare il proprio medico qualora il mal di testa si presenti frequentemente o in maniera molto violenta. È bene, poi, chiedere un consulto qualora si soffra o si sia a rischio di una delle patologie associate al mal di testa.