Dermatologia

La dermatologia è il ramo della medicina che si occupa dell’analisi dell’apparato cutaneo e dei suoi disturbi.

Di cosa si occupa il dermatologo?

Il dermatologo studia il benessere della pelle, dei capelli, delle mucose e delle unghie.

Quali sono le patologie più diffuse che vedono l’impiego di un dermatologo?

Le patologie legate all’apparato cutaneo possono colpire soggetti di ogni età, a partire dai neonati fino ad arrivare agli anziani e sono:

  • Infezioni della cute e del tessuto sottocutaneo
  • Malattie bollose, come pemfigoe pemfigoide
  • Dermatiti di cui: dermatite atopica, dermatite seborroica, dermatite da contatto, dermatite da pannolino, ecc.
  • Eczemi
  • Micosi
  • Verruche
  • Orticarie
  • Eritemi
  • Pruriti
  • I disturbi alla pigmentazione come la vitiligine, la cheratosi seborroica, acanthosis nigricans
  • Disturbi papulosquamosi della cute, come la psoriasi, porocheratosi, pitiriasi, lichen planus)
  • Ulcere
  • Talune tipologie di tumori
  • Affezioni riguardanti gli annessi cutanei ad esempio i disturbi delle unghie, alopecia, perdita di capelli, irsutismo, acne, rosacea, cisti follicolari, altri disturbi del follicolo pilifero.

In che modo opera il dermatologo?

Controllando con attenzione gli effetti della malattia a livello epidermico (ad esempio nei casi di dermatiti, eczemi, orticarie, eritemi, micosi, verruche, psoriasi e ulcere), spesso il dermatologo riesce ad individuare la radice di una possibile patologia, così da poter consigliare la corretta terapia da intraprendere.

Le procedure che il dermatologo può intraprendere a seconda dei casi e della patologia sono

  • biopsia cutanea: è richiesta per diagnosticare o escludere determinate malattie cutanee
  • peeling: viene trattato uno strato di pelle con una soluzione chimica in modo da poterlo eliminare lasciando spazio ad un nuovo strato di pelle. È un tipo di trattamento utilizzato per le pelli danneggiate dall’acne o dall’esposizione solare
  • crioterapia: è l’eliminazione di determinate malattie cutanee come le verruche, tramite l’utilizzo di azoto liquido
  • dermoabrasione: tecnica per poter operare su tatuaggi  ed altri inestetismi della pelle quali rughe e cicatrici
  • estirpazione di uno o più nei
  • estirpazione di peli superflui
  • chirurgia laser: è un tipo di tecnica chirurgica che va ad eliminare una particolare gamma di lesioni cutanee, quali i tumori, verruche, tatuaggi, voglie, cicatrici, rughe.

Quando è necessaria una visita dal dermatologo?

All’apparire di sintomi che possano far pensare a qualche infezione della pelle, dei capelli, delle unghie o delle mucose. Può tornare utile prenotare una visita dal dermatologo anche nei casi di semplici timori riguardanti questi aspetti, ed è consigliabile un appuntamento superati i 30 anni di età per una mappatura dei propri nei, così da valutarne lo stato.