Piede e caviglia possono essere definiti come un sistema unico dotato di sensori che permettono di muoversi e percepire la posizione del nostro corpo nello spazio circostante, anche ad occhi chiusi. «Chiamata propriocettività – spiega il dott. Federico Usuelli, responsabile Ortopedia della Caviglia e del Piede di Humanitas San Pio X -, questa funzione può essere alterata da traumi, distorsioni, specie in chi è più predisposto, patologie come l’artrosi o interventi chirurgici che possono “chiudere” questi sensori che si trovano nei muscoli della gamba. Dolore, zoppia, difficoltà di movimento possono però essere evitati con la riabilitazione precoce che permette il recupero della propriocettività del complesso “piede-e-caviglia”».

Di dolore a piedi e caviglia, diagnosi, cura e prevenzione delle patologie che possono colpire queste strutture ha parlato il dott. Federico Usuelli durante la diretta Facebook

Per rieducare piede e caviglia alla propriocettività, ecco 3 esercizi di stretching dei muscoli della gamba + 2 posizioni yoga da fare ogni giorno a casa.

Esercizio n.1 – Posizionarsi davanti a una parete: appoggiare le mani con le braccia tese alla parete, e mettersi nella posizione di chi vuole spingere il muro. Pertanto, piegare il ginocchio della gamba non operata/trauma, mantenendo il tallone a terra, e posizionare l’altra gamba indietro come ad aiutare le braccia a spingere contro il muro. Entrambi i talloni sono a terra, i piedi sono frontali rispetto al muro. E’ normale sentire allungare i muscoli del polpaccio

Esercizio n.2 – Posizionarsi davanti a una parete, flettere le ginocchia come per accucciarsi, e scendere sollevando i talloni. Fare 4-5 ripetizioni 3 volte al giorno

Esercizio n.3 – Piegarsi sulle ginocchia in posizione squat, ovvero accucciarsi tenendo i talloni saldi a terra.Ripetere l’esercizio 3-4 volte al giorno

Esercizio n.4 – Posizione yoga. Usando un tappetino, in piedi chinarsi in avanti e appoggiare a terra le mani, mantenendo i piedi perfettamente in linea con le mani. Cercare di toccare con i talloni la terra. I muscoli posteriori della gamba, specie il polpaccio, si allungano

Esercizio n.5 – Posizione yoga. In piedi sul tappetino, chinarsi in avanti e cercare di portare la testa vicino alle ginocchia. Prendere gli alluci con le dita della mano e tirare, sforzandosi di allungare i muscoli posteriori della gamba

Questi esercizi, eseguiti ogni giorno, sono parte della terapia preventiva per piedi e caviglie sane.