Il cambiamento climatico ha effetti anche sulla nostra pelle, con sbalzi di temperatura che al mattino segnano temperature invernali e a mezzogiorno è invece primavera. Alcuni trattamenti  per acne, eczemi, psoriasi o dermatiti non sono consigliati in estate: ecco perché visita e trattamenti dovrebbero essere effettuati in questo periodo.

«La nostra pelle risente degli sbalzi di temperatura freddo-caldo – dice la dott.ssa Marta Brumana, dermatologa di Humanitas San Pio X -, non solo quando a variare è la temperatura esterna, ma anche nel passaggio da ambienti troppo caldi, al freddo. Soprattutto chi soffre già di psoriasi, acne, dermatiti e rosacea, in questo periodo, può vedere esacerbare i loro segni sulla pelle. Questo accade perché gli sbalzi di temperatura ed umidità, soprattutto sulle pelli più fragili, riducono il naturale film idrolipidico della pelle che quindi diventa più secca, disidratata, ed alterano la microcircolazione cutanea. In una pelle acneica, inoltre, il freddo può favorire l’aumento del sebo, aumentando punti neri e brufoli, ed esacerbando quindi l’acne. Gli sbalzi di temperatura e il freddo possono peggiorare anche la situazione di chi soffre di psoriasi o eczemi, che tendono invece in genere a migliorare con l’esposizione solare. Importante quindi è cogliere l’opportunità di questo periodo per fissare un appuntamento con il dermatologo, specie per chi ha la pelle più fragile, in modo da affrontare le eventuali terapie che sono sconsigliate in estate». 

Pelle: il momento per curarla è prima che arrivi l’estate

Questo è il periodo ideale per prendersi cura della pelle e affrontare le terapie per curare gli effetti cutanei degli sbalzi di temperatura di questo inverno un po’ strano. «Molte delle terapie per dermatiti, acne e psoriasi non sono consigliate in estate quando sottoponiamo la pelle ad esposizione solare intensa – prosegue l’esperta -. Un esempio importante è quello delle pelli acneiche: i trattamenti più efficaci, a base di antibiotici o derivati della vitamina A chiamati retinoidi, sono utilizzabili al meglio soprattutto in inverno, perché in estate alcuni di questi possono essere fotosensibilizzanti. Per quanto riguarda dermatiti e psoriasi, è molto importante prenderci cura quotidianamente della pelle, che in questo periodo risulta maggiormente disidrata e predisposta alla comparsa di dermatiti.  Utilizzando tutti i giorni un buon idratante e detergenti delicati, è possibile ripristinare il film idrolipidico della pelle prevenendo un peggioramento delle patologie.».