Dall’alimentazione alla cura del corpo: sono tante le domande delle donne che affrontano una gravidanza. Per chiarire alcuni dei dubbi principali, i ginecologi di Humanitas San Pio X hanno pensato a un vademecum per una gravidanza sicura. Ecco i loro consigli.

Una corretta idratazione

Durante la gravidanza è importante idratarsi bene, assumendo nell’arco della giornata 1-2 litri di acqua, meglio se senza gas e optando per quelle minimamente mineralizzate. Gli alcolici vanno assunti con estrema moderazione, così come caffè, cioccolato e bibite gassate: la Metilxantina in essi contenuta riduce l’assorbimento del Ferro.

Non occorre “mangiare per due”

L’eccessivo aumento di peso in gravidanza espone al rischio di patologie materne quali ipertensione, iposviluppo fetale e diabete e dunque non è affatto vero che quando si è incinta occorra “mangiare per due”. Le calorie da assumere dipendono dal trimestre, dal fisico della mamma prima della gravidanza e dalla funzionalità placentare. L’incremento di peso consigliato è tra 8 e 12 kg.

Alimenti crudi sì o no?

Verdure lavate male e carne cruda sono pericolosi perché potrebbero procurare infezione da Toxoplasmosi in donne toxo-recettive. Per scongiurare questo

rischio, è bene lavare frutta e verdura con molta cura, per eliminare ogni traccia di terra. I salumi affumicati, come speck e bresaola, e la mortadella sono comunque insaccati non cotti e come tali andrebbero evitati per il rischio di toxoplasmosi (nelle donne toxo-recettive).

Il sushi si può mangiare, purché ci si accerti della qualità del pesce (per non incorrere in altre infezioni, come la salmonella) e si evitino piatti in cui sia a contatto con verdure crude se non si è immuni alla Toxoplasmosi.

Per evitare ogni rischio con le uova invece, è consigliabile cuocerle.

La cura del corpo

Le tinte per capelli sono utilizzabili, meglio se senza ammoniaca. L’uso di smalto e acetone non ha controindicazioni in gravidanza, ma lo smalto andrebbe tolto prima di arrivare in sala parto perché altera la rilevazione dei

parametri di ossigenazione del sangue. Durante il parto, in caso di utilizzo di elettrobisturi, verranno rimossi piercing e microdermal Piercing.

Attenzione allo stile di vita

Da evitare il fumo, sia attivo sia passivo. L’esposizione al sole va dosata ed è consigliabile utilizzare sempre una protezione solare ed evitare le ore più calde.

Terme, sauna e bagno turco si possono frequentare, ma se si soffre di pressione bassa possono manifestarsi problemi. In generale, meglio fare attenzione agli estremi termici. Sbalzi di quota repentini, soprattutto a grandi altitudini, potrebbero creare alterazioni pressorie. È bene quindi chiedere consiglio al ginecologo prima di fare una gita in alta montagna.

Alcuni animali domestici, in particolare i gatti, potrebbero essere portatori di infezioni, quali la Toxoplasmosi. Per evitarla, non occorre allontanare il gatto da casa, è sufficiente lavarsi bene le mani dopo ogni contatto con l’animale ed evitare del tutto quello con le sue feci.

In gravidanza i dubbi possono essere tanti, ma è sempre bene rivolgersi al proprio medico o al ginecologo, in modo da ottenere tutte le risposte e affrontare così la gestazione al meglio.