La scelta di un paio di occhiali da sole non è solamente una questione di estetica.

In genere, sui visi quadrati stanno bene le montature rotonde, ai visi a forma di cuore si adattano meglio quelle rettangolari mentre le montature quadrate stanno bene sui visi tondi.

L’importante è che gli occhiali siano della misura adatta al viso, cioè che non stringano, non siano larghi, abbiano il peso distribuito equamente tra naso e orecchie e le ciglia non tocchino la montatura o le lenti.

Oltre a ciò, però, ci sono almeno altri tre criteri di scelta per un paio di occhiali da sole molto più importanti che riguardano la protezione UV, la visibilità e la robustezza.

Il fattore protettivo delle lenti

Un buon paio di occhiali da sole serve anche a proteggere gli occhi da un’eccessiva esposizione ai raggi UV, che possono causare alcuni problemi della vista come cataratte, infiammazioni e tumori. Per questo è consigliabile diffidare di quegli occhiali di bassa qualità che sull’etichetta non riportano indicazioni circa la protezione UV.

Indossando lenti scure, la pupilla si dilata e attraverso di essa penetrano nell’occhio in maggiore quantità i raggi UVB e UVA, se non sono bloccati dalle lenti stesse.

Al contrario, è opportuno scegliere un paio di occhiali con lenti che blocchino almeno il 99% dei raggi UVB e il 95% di quelli UVA, per evitare di correre rischi e compromettere la vista.

Il colore delle lenti

Il colore delle lenti influisce sul contrasto e la capacità di distinguere i colori, che sono inversamente proporzionali: maggiore è il contrasto, minore sarà la capacità di distinguere i colori. Esistono anche occhiali con lenti interscambiabili di diverso colore, a seconda delle attività o degli sport che si praticano e in quale contesto o stagione dell’anno.

  • lenti grigie: riducono l’intensità luminosa senza influire sul contrasto o falsare i colori;
  • lenti marroni e ambra/gialle: aumentano il contrasto e bloccano in parte o quasi del tutto la luce blu;
  • lenti rosse/arancioni: riducono la luminosità a cielo coperto e attenuano i colori di uno sfondo aperto;
  • lenti viola: attenuano il verde di sfondo e fanno risaltare oggetti di altro colore;
  • lenti color rame: attenuano i colori del cielo e dell’erba;
  • lenti blu e verdi: aumentano il contrasto con il giallo.

Il materiale delle lenti

È esperienza comune che gli occhiali da sole una volta graffiati diventino inutili.

Di seguito alcuni materiali e le loro caratteristiche:

  • Le lenti in NXT poliuretano sono flessibili, leggere e resistenti agli urti. Garantiscono una visione estremamente pulita, ma sono piuttosto costose.
  • Il vetro è più pesante, costoso e, quando si frantuma, è soggetto alla caratteristica rottura “a ragnatela”.
  • Il policarbonato è meno resistente ai graffi e offre una visione meno pulita rispetto al NXT poliuretano o al vetro, ma è meno costoso.
  • Anche l’acrilico è poco costoso, ma è meno resistente e non garantisce una visione altrettanto pulita.