Una ricetta diversa dal solito, ricca di antiossidanti e di proteine nobili. Ottima per la stagione estiva e semplice da preparare con opzione microonde o fornelli.

Grazie a questo tipo di cottura si mantengono inalterate le proprietà nutritive degli alimenti.

Ingredienti per 2 persone

  • 4 fette di pollo (petto)
  • Curcuma in polvere
  • Zenzero fresco (radice)
  • Semi di sesamo
  • 2 cucchiaini di sale marino integrale
  • Origano, timo, menta fresca
  • Olio evo

Svolgimento

  1. Procuratevi due vasetti di vetro con tappo a gancio.
  2. Tagliare a pezzetti il pollo. Ungete leggermente i due vasetti di vetro e aggiungete il pollo, un cucchiaino di curcuma, 2-3 fettine di zenzero, le erbe aromatiche, un pizzico di sale, 1 cucchiaino di semi di sesamo e 1 cucchiaio di olio e mescolate amalgamando bene tutti gli ingredienti.
  3. Potete cuocere nel microonde a potenza di 800°W per 6 minuti. A termine cottura lasciate riposare per una mezz’ora; poi sganciate i tappi senza aprire e ripassate ancora nel microonde per altri 3 minuti.
  4. Se optate invece per la cottura in pentola, mettete una pentola sul fuoco e portate ad ebollizione, poi abbassate la fiamma e proseguite la cottura per 10-12 minuti.
  5. Togliete i vasetti dalla pentola e lasciate riposare per mezz’ora prima di aprire. Accompagnate la pietanza con un’insalata fresca di stagione e dei pomodorini.

Pollo

La carne di pollame è ricca di proteine ad elevato valore biologico, vitamine del gruppo B, quali B1, B2, B3 e B6 e di aminoacidi, che sono indispensabili per le funzioni cerebrali e muscolari.

È poco calorica (100 kcal/100 gr) e a basso contenuto di grassi (0.8-0.9 gr grassi per 100 gr). Il basso contenuto di grassi, concentrati soprattutto nella pelle, facilmente eliminabile, le rende ideali per chi tiene sotto controllo il peso corporeo; inoltre contiene molto meno colesterolo. Nonostante l’aspetto bianco della carne il contenuto in ferro è poco meno inferiore rispetto a quello contenuto nella carne rossa. Ha il vantaggio di essere più tenera, quindi più digeribile, soprattutto se cucinata in modo semplice.

Curcuma

È una pianta nota per le sue molteplici proprietà: depurativa, antinfiammatoria, stimolante delle vie biliari, antiossidante, fluidificante del sangue. Il principio attivo più importante è la curcumina, che recenti studi hanno dimostrato avere proprietà antitumorali. Questo principio attivo conferisce alla curcuma anche un’azione antinfiammatoria e analgesica, per questo motivo è impiegata nel trattamento di infiammazioni, dolori articolari e viene utilizzata anche in ambito sportivo. In cucina è piuttosto versatile, viene utilizzata nella preparazione di piatti salati e dolci e sempre più diffusa anche sotto forma di tisana, oltre che di integratore in capsule. La dose giornaliera consigliata è di 1-2 due cucchiaini da caffè. Per facilitarne l’assorbimento e per potenziare la sua efficacia è consigliabile abbinarla al pepe nero e all’olio d’oliva.

È sconsigliata se si soffre di calcoli alla colecisti, calcoli biliari o altre problematiche alle vie biliari; è sempre bene non eccedere con le quantità ed eventualmente confrontarsi con lo specialista.

Zenzero

È una spezia dalle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti; possiede inoltre virtù digestive e antibatteriche. È largamente impiegata come rimedio naturale antinausea, adatta anche in gravidanza o per chi soffre di cinetosi (mal d’auto, d’aria, di mare…) e favorisce la digestione. A questo scopo si consiglia di masticare dei pezzetti di radice dopo i pasti o di sorseggiare una tisana. Diversi studi ci mostrano anche come sia in grado di migliorare i dolori (mal di testa, dolori artritici, dolori mestruali, muscolari) e gli stati infiammatori. Assunta regolarmente in piccole dosi aiuta a potenziare il sistema immunitario. Grazie alle sue doti antibatteriche e antinfettive viene utilizzata inoltre per combattere tosse, mal di gola e raffreddore. La sua azione antibatterica si esplica anche contro l’alitosi, basta far bollire per 10 minuti qualche pezzo di radice di zenzero fresco e sorseggiarlo per facilitare lo svuotamento gastrico e contrastare la fermentazione batterica.

Semi di sesamo

Sono una miniera di minerali, tra cui ferro, magnesio, fosforo, potassio e selenio, ma soprattutto di calcio. Grazie all’elevato contenuti di calcio rappresentano un’ottima alternativa a chi soffre di intolleranza ai latticini e si dimostrano efficaci nella prevenzione dell’osteoporosi. Contengono vitamine del gruppo B e una buona fonte di zinco, che rafforza il sistema immunitario e di selenio, potente antiossidante in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi. Sono inoltre ricchi di grassi polinsaturi, omega 3 e omega 6, utile supporto e prevenzione per il nostro sistema cardiovascolare. Come tutti i semi oleosi sono piuttosto grassi e calorici perciò, se si segue un regime ipocalorico, è bene aggiungerli nelle pietanze senza abusare nelle quantità.