In occasione di SpecialmenteDonna, consigli, esercizi e giochi che le mamme possono fare con le figlie per evitare mal di schiena e deformità della colonna che colpiscono prevalentemente le donne.

Lombalgia, scoliosi o cifosi, non a caso tutte parole declinate al femminile, possono presentarsi in diverse fasi della vita della donna. «Si tratta di alterazioni strutturali della colonna vertebrale – spiega il dottor Georgios Bakaloudis, Responsabile Chirurgia della Colonna 1 di Humanitas San Pio X – associate a periodi specifici della vita della donna. Tipiche dello sviluppo adolescenziale e della menopausa, il mal di schiena da discoartrosi, spondilolistesi, scoliosi o cifosi rischia di accompagnare la donna nell’arco di tutta la sua vita. Le soluzioni conservative, come nel caso della lombalgia, o chirurgiche, per cifosi e scoliosi, sono efficaci. Tuttavia, la prevenzione inizia fin da piccoli, anche con giochi e semplici esercizi che le mamme possono fare con le proprie figlie per imparare insieme a mantenere in salute la propria schiena».

 

Mamma e figlia insieme per la salute della schiena: consigli, esercizi e giochi old fashion

“Tieni la schiena dritta, siediti composta” dicevano le nostre nonne. Oggi però sappiamo che, a causa di una vita sempre più sedentaria, non sono sufficienti i consigli della nonna per prevenire le patologie rosa che colpiscono la schiena.

1. Insieme guardando la Tv: evitando la postura “accasciata” con le spalle in avanti e mantenendo la schiena dritta appoggiata allo schienale di divano o poltrona:

  • Allungare le gambe diritte in avanti ed estendere le braccia verso l’alto: contribuisce ad allungare la colonna
  • Spingere il petto in fuori e incurvare la schiena, mantenendo la parte cervicale adesa allo schienale di divano o poltrona: favorisce un leggero allungamento vertebrale
  • Sollevare i piedi da terra ed eseguire piccole rotazioni
  • Stiracchiarsi allungando insieme gambe e braccia: distende i muscoli della colonna e favorisce un lieve stretching
  • Fare una lenta pedalata con la “cyclette in aria”, riportando piano le gambe alla posizione di partenza: aiuta a scaricare la tensione muscolare a livello lombare

Può essere utile anche alzarsi e camminare un po’, evitando di mantenere la stessa posizione a lungo.

Consiglio: in caso di mal di schiena, sdraiate sul tappeto o sedute sul divano, tirare le ginocchia verso il busto senza flettersi in avanti: aiuta a rinforzare gli addominali bassi e allevia il dolore alla schiena

2. Insieme sul tappeto: In tutte le occasioni in cui mamme e figlie sono insieme, ecco come giocare, prendendosi cura della schiena:

  • Sedute una di fronte all’altra con le gambe appena divaricate o incrociate, prendersi le mani e, tirando come per vogare, flettersi in avanti e in dietro: in passato si chiamava il gioco della barchetta o del dondolo, e aiuta l’allungamento della colonna. Ottimo gioco adatto alla colonna di ogni bimba e adolescente (maschietti inclusi)
  • Prendere un libro con copertina rigida, posizionarlo sulla testa e camminare mantenendo il libro in posizione. Il segreto per non far cadere il libro? Collo e schiena devono essere ben eretti, e il petto in fuori. Questo gioco allena fin da piccole a mantenere una postura eretta anche quando si cammina, riducendo il rischio di problemi alla colonna e mal di schiena

3. Insieme all’aria aperta: per prevenire osteoporosi e artrosi (per le mamme) e allenare i muscoli della schiena tenendo anche sotto controllo il peso corporeo (mamme e figlie), l’attività fisica all’aria aperta è un’attività piacevole e utile per entrambe: quindi via libera a camminare, correre, trekking, andare in bici, sempre insieme.

«Da non dimenticare che una postura scorretta davanti a smartphone e tablet può portare ad un allungamento del collo con relativi problemi di cervicalgia e alterazioni della colonna cervicale anche negli adolescenti – conclude il dottor Bakaloudis -. In questo caso, più che degli esercizi da fare insieme, le mamme potrebbero dare il buon esempio alle figlie e sollevare all’altezza degli occhi i dispositivi usando le mani per lo smartphone o un leggio per computer o tablet».