Chirurgia Protesica e Ricostruzione Biologica Articolare

Da febbraio 2017 in Humanitas San Pio X è presente la nuova Unità Operativa di Chirurgia Protesica e Ricostruzione Biologica Articolare. Responsabile dell’Unita è il dott. Francesco Iacono.

Negli anni trascorsi all’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna sotto la guida del prof. Maurilio Marcacci, il dott. Iacono ha condotto, oltre all’attività clinica e chirurgica, ricerche e studi all’avanguardia nell’ambito delle ricostruzioni protesiche con l’utilizzo di nuove tecnologie computerizzate sia per lo studio e la valutazione cinematica articolare del ginocchio che per l’impianto di protesi computer-assistita, nelle ricostruzioni articolari non protesichetraumatologia sportiva.

All’interno dell’Unità, diretta dal prof. Maurilio Marcacci, svolgono la propria attività la prof.ssa Elizaveta Kon, Responsabile della Sezione di Ortopedia Traslazionale dell’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano, il dott. Tommaso Bonanzinga, il dott. Berardo Di Matteo e il dott. Giovanni Francesco Raspugli.

L’Unità racchiude quindi l’esperienza e la professionalità di un gruppo che ha acquisito nei decenni, grazie alla costante attività clinica e di ricerca nell’ambito dell’innovazione nelle tecniche chirurgiche, una competenza specifica nella cura del paziente e nello sviluppo di nuove tecnologie mediche. In particolare, oltre alla chirurgia protesica, i trattamenti per la ricostruzione legamentosa, i trapianti meniscali e la rieducazione di pazienti sportivi di altissimo livello sono gli argomenti di maggiore interesse del gruppo.

Il gruppo è a capo di numerosi progetti di ricerca traslazionale per lo sviluppo e la validazione di nuovi impianti protesici: la ricerca nel campo della biomeccanica ha portato a innovazioni nella computer-aided surgery, dai sistemi di navigazione tradizionali ai nuovi sensori giroscopici, allo sviluppo di tecnologie di roentgenstereofotogrammetria dinamica, alla partecipazione allo sviluppo di nuovi disegni protesici custom-made.

È, inoltre, parte attiva di progetti di ricerca e studi clinici internazionali per quello che concerne l’uso di prodotti biologici (fattori di crescita, cellule staminali e scaffold bioingegnerizzati) per il trattamento della patologia osteocartilaginea sia di natura degenerativa sia post traumatica.

L’équipe porterà avanti l’attività clinica e chirurgica presso Humanitas San Pio X e l’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano, dove proprio sotto la direzione del prof. Marcacci è stato istituito il Biological and Functional Knee Reconstruction Center, nell’ambito delle attività di ricerca e formazione di Humanitas University.