Clisma opaco doppio contrasto

Che cos’è il clisma opaco doppio contrasto?

Il clisma opaco doppio contrasto è una radiografia del colon e del retto che viene eseguita tramite l’uso prima di sospensione di acqua e bario inseriti per via rettale e poi di aria che permette di rendere visibile ai raggi x la struttura dell’organo in cui viene immessa, cioè il colon in toto.

Come si svolge l’esame?

Il medico o l’infermiere infila la sonda, per massimo 10 centimetri, nel retto del paziente. Tramite una sacca unita alla sonda si introduce quindi lentamente il liquido di contrasto e poi l’aria, utili per permettere una migliore distribuzione del mezzo di contrasto. Nel corso dell’esame viene richiesto più volte al paziente di cambiare posizione (su un fianco, sull’altro) per consentire al mezzo di contrasto di opacizzare tutto il colon così che il medico controlli al meglio. Vengono riprese delle immagini dell’intestino grazie ai raggi x che vengono poi trasmesse al monitor di refertazione.

A cosa serve?

Di solito si esegue quando si sospetta un’alterazione che riguarda il retto o il colon, o in caso di irregolarità della funzione intestinale (repentina comparsa di stitichezza anche alternata a diarrea). Il clisma opaco a doppio contrasto si usa per individuare la presenza di neoplasie e diverticoli (piccole estroflessioni della parete intestinale).

Sono previste norme di preparazione all’esame?

Dal momento che la buona riuscita dell’esame diagnostico dipende dalla pulizia dell’intestino – la presenza di feci potrebbe infatti ostacolare una giusta osservazione del colon – nei tre giorni che precedono l’esame è bene prepararsi rispettando precise regole alimentari. Sono quindi proibiti alimenti contenenti fibre come: frutta, verdure, legumi, pane, pasta, zucchero, vino, liquori e cibi grassi. Permessi invece carne alla griglia, pesce bollito, brodo. Il giorno precedente l’esame l’alimentazione dovrà essere il più possibile leggera e quasi esclusivamente liquida, e verrà integrata con preparazioni lassative prescritte dal medico.

Quali pazienti possono sottoporsi all’esame?

Il clisma doppio contrasto non può essere eseguito nel caso di perforazione intestinale o quando si sospetti una peritonite (l’infiammazione del peritoneo, che è la membrana che ricopre l’intestino). È un esame che non viene effettuato in gravidanza poiché i raggi x possono causare danni al feto.

L’esame è doloroso e/o pericoloso?

Non è un esame pericoloso, ma può essere fastidioso. L’inserimento della sonda, del liquido di contrasto e dell’aria causano spesso dolori addominali, qualche volta anche importanti.